Bonus alberghi

Nel 2014 il Governo ha introdotto l’Art Bonus (Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo) che introduceva un credito di imposta a favore delle imprese alberghiere sulle spese effettuate per le ristrutturazioni, compreso l’acquisto di mobili e complementi di arredo. Il “Bonus Alberghi” ha rappresentato nel triennio 2014-2016 una grande opportunità per rilanciare il sistema turistico italiano, tanto che la Legge di Stabilità 2017 ha previsto di rinnovarlo per il triennio 2017-2019 stanziando 240.000.000 € ed innalzando il credito d’imposta dal 30% al 65%.

Recentemente è stato approvato un emendamento che garantisce grandi opportunità alle aziende di arredo: con la nuova norma non è più previsto il tetto massimo del 10% per le spese destinate all’acquisto di mobili, ma viene data piena libertà di scelta alle strutture alberghiere nell’utilizzo della detrazione. Risulta pertanto interessante valutare questa novità e approfondire il tema con le strutture alberghiere esistenti sul territorio.

La L.R. n. 7/2017 (Recupero dei vani e locali seminterrati esistenti) all’art. 2 – Disciplina edilizia degli interventi, comma 8, prevede che, per le strutture ricettive alberghiere (alberghi o hotel, residenze turistico-alberghiere, alberghi diffusi e condo-hotel), ai fini del calcolo della superficie lorda di pavimento (s.l.p.), non siano computati i locali tecnici, i vani ascensori, i vani scala, i corridoi ai piani delle camere, i portici e le logge.

I comuni dovranno adeguare i propri P.G.T. alla presente disposizione approvando apposito elaborato entro centoventi giorni a partire dal 28 marzo 2017, data dell’entrata in vigore della suddetta legge.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi